senza titolo

Senza titolo

Ho visto

schiaffi in faccia

                          dall’avidità di pochi,

sputi Rock’n’Roll

                           sul pubblico pagante,

urla assordanti

                        durante le messe cattoliche,

e canti gregoriani

                           alle fiere del porno.

 

Ho visto

           auto modificate,

                                milf tatuate,

                        saloni nautici,

                                    esposizioni settoriali internazionali,

 

E ci ho vomitato sopra.

 

Ho scelto

di raccogliere la merda dei cani

                                                in sacchettini di plastica

                                per tener pulito il prato,

di infilare il cazzo

                             sempre nello stesso buco.

 

E di fare pace col mondo.

 

Tanto, a pugni,

vince lui.

G.U.

Senza titolo?

E.Z.

Tutta la vita umana non è se non una commedia, in cui ognuno recita con una maschera diversa, e continua nella parte, finché il gran direttore di scena gli fa lasciare il palcoscenico.

Erasmo da RotterdamElogio della follia, 1509

Senza Titolo

Circondami. Danzami attorno. Afferrami e tirami.

Ora fammi correre, lasciami. Cado. Colpiscimi. E fallo con forza.

Una, due volte. Sento qualsiasi dolore ma vedo già più avanti.

Adesso abbracciami, lasciami piangere.

Fammi leggere le labbra e quando sorrido ritorna a colpirmi.

Prendi bene la mira, rompi qualsiasi cosa.

Labbra, cartilagine, ossa, pelle.

Vai giù e continua a colpire finchè non senti lo stomaco aprirsi.

E inghiottire tutto quello che c’è.

Guardalo chiudersi, ricucirsi. Accarezzalo, tienilo fermo.

E affonda di nuovo le dita.

 

S.A.

 

Lacrime di Sabbia - E.Z.