CAPSULE

Girocapsula (Una capsula in giro)

Girotondo d’amore che torna

S’inchina sull’orlo del giro

L’ago nel filo dell’ago

la danza che torna e ritorna

Ricama

Girotondo del viaggio del filo

di lana che aspetta l’inverno

di tarlo che aspetta la dama

e gira, disegna

Ti ama

S.O.

Annunci

Masocapsula girata

Girotondo tarantola nera

la colpa, la frusta, la stella

cometa che batte che brilla

ritorna, si gira, più bella

Si salta

Girostrato del santo martirio

la pelle, la spina, l’ imbuto

la rosa più rossa di sangue

la preda, la clava, lo sputo

Si salta

Girotondo di fiato che manca

dall’una dall’altra scintilla

nell’eco di quello scirocco

che invano cantava Sibilla

Si salta

Girata sul tondo del mondo

la pioggia che luccica esangue

la fine del bel girotondo

l’inizio dell’altro che langue

S.O.

Sadocapsula in giro

Girotondo di Fine Stagione

d’oceano che gira la volta

del saldo, del canto, del Drone

ribalta, rivolta

Ragione

Girotondo del Mastro Padrone

dell’onda che schianta la riva

di scoglio di goccia

Saliva

ruscello che salta, che gira

che trova la tana di lana

la taglia, la doma

la sana

S.O.

Capsula S

Samadeva.

Certamente si chiamava Samadeva

La principessa suicida che ti aspettava al bar

Nell’onda del cammino

Nel capodanno del dragone Pakistano

C’entra perchè tutto centra e rotola

Una danza dervisci di vita altra

Non di questa

Si chiamava Samadeva.

E  c’era poco vento nella palude

Un’ ipotesi

Un sibilo

Una lingua di serpente di vento

Samadeva era stata rettile

e aquila

a volte tormenta

Non voleva essere altro che onda

In cammino

S.O.

Capsula M

Bastarsi

Imparare a bastarsi

Quel gravido tuo

Molecole di mondo

Bastarsi

dove basta è un grido

un sussurro, un angelo

Imparare a bastarsi

l’altra lingua

l’altra madre

L’oscuro che basta

che avanza

Mi basterebbe

dirtelo

Far bastare il silenzio

Farlo tacere

S.O.