Il volo

Però.

Però vedere l’effetto che fa,

(di) desiderarlo ancora

spesso gli capitava,

altre volte,

ogni tanto.

Però.

Esattamente.

Pensare a lui

lui che (si) affronta l’aria

dal quarto piano,

quel palazzo elegante,

la sua adozione,

di proposito,

per darci un tocco metaforico.

Però.

Velocemente.

Per farla sembrare arte,

di quella sì, quella lì,

che trascina giù con se

vetro

e i simbolismi.

Però.

Ciecamente.

E vedersi dal di fuori

come il più veloce

degli scultori,

una prova artistica sì, quella lì,

che si realizza

e consuma

in fretta.

Però.

Puntualmente.

Certe volte,

stesse volte,

(si) fissava,

e così sarebbe successo,

che la musica giusta

ci sarebbe stata

forse un giorno

no

sì.

Propriamente.

di

I.M.

nota: foto sempre a mano, macchina e ignoranza di I.M.

About these ads

, , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 158 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: